Obiettivi Nikon

Nikon ItaliaII marchio Nikon non ha praticamente bisogno di presentazione essendo la Nikon Corporation forse la più prestigiosa e universalmente riconosciuta casa di produzione di apparecchi fotografici, obiettivi e accessori sia a livello professionale che amatoriale. Le ottime ottiche Nikon sono così numerose e vengono indicate con così tante sigle che un utente meno esperto potrebbe trovarsi disorientato. Qui di seguito eccone la spiegazione delle sigle e della tecnologia implementata.


Spiegazione delle sigle e tecnologie degli obiettivi Nikon:


AI: Automatic Indexing, sono ottiche a fuoco manuale.

AI-S: AI Sistem, ovvero un aggiornamento del sistema AI con camma per l'esposizione programmata e a priorità dei tempi.

AI-P: ottiche AI di tipo P. Incorporano una CPU  che ne consente le funzioni di esposizione automatiche (esposizione Matrix).

AF: ottica AutoFocus.

AF-D: come le ottiche AF ma con contatto elettrico per la trasmissione dell'informazione della distanza di messa a fuoco al corpo macchina per la misurazione Matrix 3D e l'anello dei diaframmi.

AF-G: come il formato AF-D, ma priva di ghiera dei diaframmi cioè non dispongono di anello, ma comunque forniscono l'informazione di distanza.

C: gli obiettivi di tipo C sono dotati di trattamento a strati multipli (sino a sette) delle lenti, identificato con la lettera "C" iniziale della parola multi-Coating (rivestimento).

ASP: Hybrid ASPherical (lenti asferiche ibride). Eliminare il coma e le distorsione negli grandangolari. Inoltre l'uso di lenti asferiche serve per ridurre il peso e la complessità degli schemi ottici.

AF-S: AutoFocus SilentWave Motor.

SWM: Silent Wave Motor (motore silenzioso degli obiettivi). Gli obiettivi AF-S sono dotati di un SWM incorporato che trasforma le onde in energia di rotazione attua la messa a fuoco automatica.

DX: Ottiche progettate per sensori di formato 16x24 mm principalmente per tutte le fotocamere reflex digitali Nikon. Possiedono un cerchio più ridotto: rispetto al formato 24x36 con angolo di 100°, il formato DX ha un angolo di 76°.

DC: Defocus-image Control. Nelle riprese di ritratto consiste nel controllare il grado di aberrazione sferica residua nel primo piano o nello sfondo con la rotazione della ghiera.

ED: Extra-low Dispersion (vetro a basso indice). Brillantezza e correzione dei colori spinto dell'aberrazione cromatica per i teleobiettivi con le lenti al fluorite.

SCI: Super Integrated Coating (trattamento lenti a strati multipli). Rivestimento a strati multipli che minimizza i riflessi parassiti e la formazione di immagini fantasma con singole lenti.

RF: Rear Focusing (messa a fuoco posteriore). Un solo gruppo posteriore si muove per la focheggiatura e attuazione autofocus molto più rapida e fluide.

IF: Internal Focus i meccanismi di messa a fuoco fanno ruotare solo elementi interni, sicché la lente frontale non ruota; molto comodo ad esempio quando si usa un polarizzatore.

VR: Vibration Reduction (riduzione vibrazioni). Sistema stabilizzatore che minimizza la perdita di nitidezza provocata dei movimenti durante lo scatto.

PC: Perspective Correction ovvero obiettivi decentrabili dotati di un meccanismo di basculaggio e decentramento che permette d intervenire su prospettiva, distorsione ed estensione del campo nitido.

CRC: Close Range Correction (correzione alle brevi distanze). I gruppi ottici di questi obiettivi sono assemblati nella configurazione a lenti "flottanti". Il sistema CRC viene impiegato con fish-eye, grandangolari, micro e alcuni medio-tele.

 

Link di approfondimento:

Obiettivi NikkorObiettivi a fuoco manualeObiettivi a fuoco automatico


Torna indietro

Sei qui: Home > Articoli > Obiettivi Nikon