Città d'arte d'Italia (prima parte)

Introduzione: dopo 9 anni dal mio primo viaggio insieme a mia madre sono riuscito ad organizzare un'altro viaggio.
Il tema che ha accomunato tutti i luoghi visitati è stato l'arte e la cultura. Abbiamo visitato le città d'arte più famose d'Italia del centro-nord percorrendo quasi 1.700 km di strade ed autostrade e toccando 5 regioni.
Il periodo scelto è stato fine maggio per via di una serie di motivi legati alla disponibilità di entrambi e soprattutto per rendere la visita più piacevole poichè in questo periodo i costi sono ancora molto accessibili, la temperatura è mite e non c'è sovraffollamento consentendo di visitare più posti senza fatica e perdite di tempo. Oltretutto l'ultima settimana di maggio è stata la settimana della cultura (per informazioni visitate il sito dei beni culturali) quindi molti musei e opere d'arte erano visitabili gratuitamente.
In questa pagina troverete la prima parte di questo viaggio dedicato alla Toscana concentrando la descrizione di Firenze e Siena. Nella seconda e terza parte del viaggio invece troverete rispettivamente la descrizione di Roma, il Vaticano e Pisa. Buona lettura!

Il Duomo di Firenze Per questo impegnativo viaggio avevo già ovviamente organizzato tutti gli itinerari, programmato le varie date ed orari e soprattutto prenotato gli hotel per non avere brutte sorprese. In questo caso la mia grande guida è stata internet attraverso la quale sono riuscito a programmare tutto ed ottenere tutte le informazioni necessarie.
Siamo partiti il 22 maggio 2004 dal nostro paese Pinasca alle 6:00. Dopo 5 ore di viaggio eravamo a Firenze (trovare la strada giusta per hotel non è stato così facile). Siamo stati in questa bellissima città per 3 giorni. Le cose da visitare qui sono tantissime, impossibili da descrivere a parole, le preziose opere d'arte e i monumenti archittettonici di ineguagliabile bellezza di questa città meritano di essere visti e contemplati con attenzione. Per sintetizzare il tutto cercherò di fare una breve lista di quello che non potete assoltamente perdere.



Assolutamente da vedere:
1) il Duomo simbolo di Firenze, s'innalza nel cuore della città in tutto il suo splendore delle sue decorazioni, rappresenta la quarta cattedrale più grande d'Europa ed è tutt'oggi l'edificio più alto della città; il campanile progettato da Giotto nel 1334, fu completato nel 1359, 22 anni dopo la morte dell'artista.
Ponte Vecchio 2) salita sulla cupola del Brunelleschi per vedere da vicino i bellissimi affreschi del Giudizio Universale del Vasari e godere da 110 metri di altezza il panorama a 360° su tutta la città; la cupola fu terminata nel 1463 e fu la più grande del tempo innalzata senza armature di sostegno.
3) il Battistero dove sono presenti mosaici del XIII e XIV secolo, con scene del Vecchio e Nuovo Testamento, decorano la cupola di questo edificio ottagonale citato per la sua bellezza da Dante. Le porte bronzee sono capolavori di Andrea Pisano e Lorenzo Ghiberti specialmente quella est che Michelangelo definì "Porta del Paradiso".
4) visita di Piazza della Signoria cuore della vita politica e sociale della città; le statue della piazza (alcune sono delle copie come il celebre David di Michelangelo) commemorano i più importanti eventi della storia cittadina, mentre una semplice lastra circolare vicino alla Fontana del Nettuno ricorda l'esecuzione, sul rogo, di Gerolamo Savonarola (1498). Nella Loggia dei Lanzi si può trovare la famosa statua bronzea di Perseo capolavoro di Cellini (1553) e il Ratto delle Sabine, figure contorte scolpite dal celebre Giambologna in modo che potessero essere ammirate da ogni direzione. Consiglio inoltre la visita all'interno del Palazzo Vecchio per vedere le varie opere d'arte in particolare la sala dei cinquecento, vasta sala di 53 metri per 22 che contiene il Genio della Vittoria di Michelangelo e affreschi di Vasari che descrivono i trionfi fiorentini su Pisa e Siena.
5) se avete tempo da dedicare all'arte non potete perdervi la visita al famosissimo Museo degli Uffizi (in questo viaggio non mi è stato possibile per motivi di tempo, ma alla prossima visita non mancherò); una delle più famose collezioni al mondo fu costruita tra il 1560 e 1581 da Giorgio Vasari; risiedono qui una splendida raccolta di dipinti.
6) Ponte vecchio, le botteghe dei gioellieri artigiani e l'Arno.
7) le chiese di S.Maria Novella; la basilica gotica di Santa Croce che contiene le tombe e i monumenti funebri di illustri fiorentini come Michelangelo, Galileo e Machiavelli; Santissima Maria Annunziata (sono tutte a parer mio eccezionali).
8) il magnifico Palazzo Pitti, il più grande palazzo fiorentino fu costruito per il banchieri Luca Pitti, presenta una facciata lunga 205 metri. Quando il proprietario dichiarò bancarotta furono i Medici ad acquistare il palazzo, che nel 1550 divenne la loro residenza. In seguito tutti i governanti di Firenze abitarono qui. Oggi le sontuose sale ospitano numerosi tesori d'arte organizzati in varie collezioni; dietro l'imponente edificio si trova anche il grande giardino di Boboli di ben 45 mila metri quadrati, ospita innumerevoli statue di vari stili, siepi e aiuole sagomate in forme geometriche, il Forte di Belvedere, viali di cipressi e giardini fioriti di profumatissime rose... tutto questo si trova in questo luogo incantevole ideale per interrompere le fatiche di una visita turistica.
9) il museo del Bargello, uno dei più ricchi musei della città: ospita capolavori di grandi scultori fra cui il Mercurio volante di Giambologna (1564). Altro di grande importanza è il Museo dell'Opera del Duomo.

 

Il quarto giorno (martedì) siamo ripartiti da Firenze e dopo essere usciti dalla città senza non pochi problemi, per via degli innumerevoli sensi unici, prendiamo la Firenze Sud e poi usciamo dopo pochi km a Incisa. Da qui abbiamo intrapreso una delle strade panoramiche che raggiungono Siena attraversando le famose e bellissime colline del Chianti. Dopo poco più di un'ora e mezza raggiungiamo Siena: questa città ha un fascino molto particolare, le attrattive principali si trovano tutte nel labirinto di stradine e vicoli che si snodano attorno alla celebre Piazza del Campo, a forma di conchiglia. Siena sorge in posizione collinare: innumerevoli sono gli angoli nascosti e i panorami inaspettati che si scoprono camminando per le sue vie. Per visitare la città è stata sufficiente una giornata, consiglio comunque una visita al Duomo (uno dei più belli d'Italia, spettacolare insieme di sculture, pitture e architetture romanico-gotiche di influenza pisana) e al Palazzo Pubblico (simbolo del potente comune senese), se poi avete tempo salite in cima alla Torre del Mangia che con i suoi 102 metri è la seconda in altezza tra le torri medievali italiane. Da qui potrete godere una vista eccezionale specialmente dall'altro versante rispetto alla piazza potrete notare le sinuose curve e i brillanti colori che caratterizzano le colline toscane.
Nel tardo pomeriggio ripartiamo da Siena con destinazione Roma: ammiriamo l'ottimo panorama e i meravigliosi paesaggi che si godono nel tratto autostradale che attraversa la Toscana, l'Umbria, fino a giungere nel Lazio e in meno di 4 ore raggiungiamo la capitale. Innumerevoli i campi di vite, le coltivazioni di grano e i bellissimi colori che si miaschiano tra loro come il verde acceso dei prati, il giallo paglierino del fieno e i vari cipressi sparsi qua e là in un paesaggio suggestivo e poetico.

 

Il Perseo di Cellini Alcuni utili consigli su Firenze e Siena: a Firenze conviene posare la macchina in un parcheggio e dimenticarvene per tutto il periodo della vostra permanenza infatti il centro città è chiuso al traffico, possono circolare solo i mezzi pubblici e i residenti. Neanche a dirlo tutti i parcheggi sono a pagamento (io per mia grande fortuna ho trovato un parcheggio gratuito!). Il servizio di bus qui è molto efficiente e vi permette di raggiungere tutte le principali mete turistiche senza problemi. Ci sono bus ogni 10-15 minuti e molti portano direttamente alla stazione di S.Maria Novella oppure al Duomo che è il centro geografico e storico della città ottimo punto di partenza per visitare il campanile di Giotto, il Battistero, il Duomo stesso e cominciare tutte le passeggiate nel centro storico visitando i principali musei e chiese. Il centro storico non è grandissimo, tutti i più importanti palazzi, chiese e musei sono concentrati in uno spazio compatto relativamente ridotto raggiungibili a piedi in soli 15-20 minuti. Vicino al Duomo ed in altre zone della città ci sono i centri di informazione turismo dove potrete trovare cartine della città e percorsi dei bus per sapere come muovervi velocemente e cosa visitare.
Non perdetevi assolutamente il bus (il 13 per salire, il 12 per scendere) che porta al piazzale Michelangelo. Da qui si può osservare una eccezionale vista panoramica della città (tutte le più belle cartoline sono state scattate da qui), ottimo soprattutto al tramonto oppure di notte.
Nel centro i ristoranti e i pub certo non mancano. La cucina toscana è ottima come nel resto d'Italia, gustatevi i i vini (sono ottimi e per tutti i gusti) e se ancora non l'avete assaggiata provate la famosa bistecca alla fiorentina gustata leggermente al sangue, forse un po' cara ma molto saporita... vale veramente la spesa!
Per Siena invece non ho molto da dire, forse il migliore consiglio e quello di lasciare l'auto fuori dalle mura storiche della città e di procedere a piedi per gustare tutte le vecchie vie medievali e giungere quindi nel giro di una ventina di minuti nel cuore della città alla piazza e al duomo. Ottimi e tipici i ristoranti ma un po' cari, mentre se siete solo di passaggio e non volete andare in ristorante provate una delle panetterie del centro e per chiudere in bellezza un pasto richiedete i ricciarelli. Sono ottime paste molto dolci e morbide al gusto di mandorla, tipiche nel vicino paese di Monteriggioni, ma prodotte in tutta la zona.


Visita la seconda parte del viaggio

 

Nelle foto qui sotto: Il Duomo di Firenze, Panorama del campanile di Giotto dalla Cupola del Duomo,
Panoramica di Firenze, Le colline del Chianti, Il Palazzo Pubblico di Siena, Il Duomo di Siena.


Il Duomo di Firenze Panorama del campanile di Giotto dalla Cupola del Duomo
Panoramica di Firenze Le colline del Chianti
Il Palazzo Pubblico di Siena Il Duomo di Siena

Sei qui: Home > Viaggi > Città d'arte d'Italia (prima parte)