La Costiera Amalfitana

Il mio viaggio in Campania non è andato come avrei voluto. La scarsa organizzazione affidata a nostri amici con cui abbiamo avuto delle incomprensioni ci ha lasciato impreparati. Fortunatamente essendo in Italia e conoscendo i luoghi famosi che avremmo dovuto visitare siamo comunque riusciti a dare vita ed ottimismo alla vacanza. Voglio cercare di riassumere i luoghi di maggior interesse che meritano sicuramente una visita.

Panoramica di Amalfi Amalfi: comune della provincia di Salerno, dà il nome all'omonimo tratto della penisola su cui sorge, la costiera amalfitana, che dal 1997 è stata dichiarata dall'UNESCO Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Il più celebre monumento di Amalfi è certamente il Duomo in stile arabo-siciliano e dedicato al Santo patrono Andrea. Si contraddistingue per l'imponente facciata, i portali in bronzo realizzati nel 1066 a Costantinopoli, per il bellissimo Chiostro del Paradiso e per la famosa scalinata. Particolarmente fiorente nella storia della città, e tuttora viva, è l'industria cartaria, legata alla produzione della pregiata carta di Amalfi. All'interno viè una bella passeggiata che taglia in due la cittadina con molti negozi colorati, monumenti. Il comune è incantevole, incastonato ai lati da strapiombi rocciosi. Dall'entrata sud si accede ad Atrani che è il più piccolo comune dell'Italia Meridionale per estensione territoriale, un paesino di incantevole bellezza utilizzato anche come set cinematografici e spot pubblicitari.

Positano: altro comune in provincia di Salerno, appartiene geograficamente alla Costiera Amalfitana. Grazie al clima mite ed alla bellezza del paesaggio, Positano è stato un luogo di villeggiatura sin dall'epoca dell'Impero Romano, come attestano il rinvenimento di un villa e di ulteriori rinvenimenti recentissimi, risalenti al 2004. Tipiche le tantissime "scalinate" che dall'alto del paese giungono in basso, alla spiaggia. Le spiagge principali sono: la Spiaggia Grande e Fornillo, entrambe raggiungibili a piedi. Le altre sono: La Porta, Arienzo, San Pietro Laurito. Tutte raggiungibili principalmente via mare. Positano è raggiungibile anche con un mezzo di trasporto pubblico, il Metrò del mare. Positano vista dalla costa è veramente incantevole e lo è ancor più di sera quando tutte le case abbarbicate sulla costiera rocciosa si riempiono di luci e rendono il paesaggio veramente suggestivo.

Vietri sul mare: si trova di fronte all'entrata settentrionale della cittá di Salerno, all'inizio della Costiera amalfitana. Il centro dell'abitato vietrese si estende collinarmente a ridosso della costa, ed alle pendici di esso si estende la zona di Marina di Vietri, quartiere che affaccia direttamente sul mare. Vi é una notevole presenza di industrie artigianali legate alla ceramica, tra cui famosa è la "ceramica Solimene". Il modo migliore di vedere i negozi di ceramiche e quello di fare la passeggiata sulla strada a tornanti che dal paese porta ripidamente fino alla spiaggia.

Terrazzo fiorito a Capri Capri: famosissima isola situata nel Golfo di Napoli rinomata per la sua bellezza mediterranea. Abitata da persone ricche, noti personaggi dello spettacolo, sono presenti vari hotel di lusso. Da vedere sicuramente la famosa grotta azzurra, la passeggiata che dal porto conduce fino alla cima dell'isola, il panorama dell'isola con i faraglioni.

Salerno: Salerno è un comune con circa 150.000 abitanti capoluogo dell'omonima provincia. È la seconda città della Campania per popolazione. Vi è una lunghissima passeggiata lungomare che in estate si riempie di bancarelle e venditori locali.

Reggia di Caserta: La Reggia di Caserta, o Palazzo Reale di Caserta, è una dimora storica appartenuta alla famiglia reale della dinastia Borbone di Napoli, proclamata Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Situata nel comune di Caserta, è circondata da un vasto parco nel quale si individuano due settori: il giardino all'italiana ed il giardino all'inglese. La reggia, definita l'ultima grande realizzazione del Barocco italiano, fu terminata nel 1780, risultando un grandioso complesso di 1200 stanze e 1790 finestre. Nel lato meridionale, il palazzo è lungo 249 metri, alto 37,83, decorato con dodici colonne. La facciata principale ha 26 colonne poste fra una finestra e l'altra. Nel complesso, la reggia ricopre un'area di ben 47.310 metri. Oltre alla costruzione perimetrale rettangolare, il palazzo ha, all'interno del rettangolo, due corpi di fabbricato che s'intersecano a croce e formano quattro vasti cortili interni di oltre 3.800 metri quadrati ciascuno. Il parco reale di Caserta si estende per tre chilometri di lunghezza, con sviluppo Sud-Nord, su 120 ettari di superficie. In corrispondenza del centro della facciata posteriore del palazzo si dipartono due lunghi viali paralleli fra i quali si interpongono una serie di suggestive fontane che, partendo dal limitare settentrionale del Giardino all'italiana, collegano a questo il Giardino all'inglese.

Scavi di Pompei: Nell'area degli scavi archeologici di Pompei è stata portata alla luce l'antica città romana distrutta tragicamente a seguito di una delle eruzioni del vicino vulcano Vesuvio, avvenuta nell'anno 79. Già alcuni anni prima - nel 62 - un terribile terremoto, premonitore della ben più grave catastrofe che si sarebbe abbattuta sulla città di lì a pochi anni, colpì Pompei e la città di Ercolano nonché altri centri della Campania. Pompei fu gravemente danneggiata, ma subito cominciò l'opera di ricostruzione. Diciassette anni più tardi, mentre i lavori continuavano a procedere a ritmo sostenuto (ed anche se gli edifici pubblici erano ancora quasi tutti da restaurare), la città e i suoi abitanti vissero una tra le più grandi tragedie della storia antica che oggi, cristallizzata nel tempo e in quell'attimo, è stata riportata in superficie divenendo il secondo sito archeologico più visitato al mondo. Gli scavi di Pompei è riportato nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Scorcio del golfo di Napoli Per problemi di tempo purtroppo non sono riuscito ad andare a visitare Napoli, città famosa e rinomata in tutto il mondo. Una visita a Napoli è d'obbligo ma bisogna sapersi muovere e stare molto attenti ai borseggiatori. La cosa migliore è arrivare in treno e poi girare nel centro storico della città osservando meraviglie come la famosa Piazza del Plebiscito.

Alcuni utili consigli: il periodo da evitare è agosto per via delle migliaia di turisti che affollano la costiera amalfitana. La strada di collegamento costiera dei vari paesi è stretta e molto trafficata. I parcheggi sono pochi e molto cari quindi conviene spostarsi con i mezzi pubblici. Assaggiare la pizza, mozzarelle di bufala, dolci tipici napoletani è quasi inevitabile. La buona cucina qui (come praticamente in tutta italia) è ovunque. Nei bar inoltre potrete gustare un caffè eccezionale e le paste dolci come anche i gelati sono buonissimi. Se girate in automobile fate attenzione al traffico... il modo di guidare qui è alquanto bizzarro! Andate a visitare la Reggia di Caserta e soprattutto gli Scavi di Pompei perchè racchiudono veramente un pezzo di storia. Se decidete di visitare Capri scegliete una giornata con il sole e il mare calmo. In questo modo avrete la certezza di poter visitare la rinomata grotta azzurra. Viceversa se il mare è agitato difficilmente ci sarà possibilità di portare i turisti a visitare la grotta perchè si può accedere solamente con piccole imbarcazioni. Se avete tempo potete anche andare a visitare il massiccio vulcanico del Vesuvio, ci sono varie gite organizzate che partono da Napoli e dai paesi vicini. Se potete visitate anche la bellissima penisola Sorrentina.


Visita la Galleria Fotografica Visita la galleria della Costiera Amalfitana: clicca qui
Visita la Galleria Fotografica Visita la galleria della Reggia di Caserta: clicca qui
Visita la Galleria Fotografica Visita la galleria degli Scavi di Pompei: clicca qui

 

Altre foto qui sotto:

Sei qui: Home > Viaggi > La Costiera Amalfitana