Maiorca, Baleari (Spagna)

Punta nord dell'isola Maiorca è la più grande isola dell'arcipelago delle Baleari. L'isola di Maiorca presenta una parte molto turistica nella zona sud soprattutto nella grande baia di Palma con i suoi oltre 40 km di costa, fino all'estremità sud-ovest con Paguera (dove mi trovavo io) e il porto di Andratx. Se venite a visitare Maiorca nel 90% dei casi verrete indirizzati in un hotel nei dintorni di Palma. Per farsi un'idea della grandezza dell'isola basta dire che da Andratx all'estremità nord rappresentata dal capo di Formentor c'è una distanza di 100 km.
Zona molto più spoglia di alberghi, più tranquilla e poco frequentata dal turismo è la parte nord, infatti gli stessi abitanti dell'isola per cercare un po' di relax e passare le vacanze si spostano in queste zone specialmente nelle due baie principali rappresentate dalle città di Pollenca e Alcùdia dove si possono ancora trovare i resti della vecchia città medioevale circondata da grandi mura. La punta nord dell'isola chiamata "Cap de Formentor" è la zona più selvaggia e incontaminata, infatti una sola stradina raggiunge la spiaggia di Formentor dove c'è un unico albergo costruito nel lontano 1927 dove hanno villeggiato personaggi famosi come la regina d'Inghilterra e Litz Taylor.
La città principale è Palma, grande porto e crocevia di turismo di massa. Si possono trovare un importante centro storico in cui risiede la bellissima cattedrale. Altro monumento archittetonico interessante è il castello belvedere che si trova sulla collina adiacente. Il meglio della città viene manifestato però nella notte dai molteplici locali aperti, dalle discoteche e dal grande movimento di persone tra le vie del centro e quella del porto. Le migliori discoteche della città sono il famoso "Pacha" (si può trovare anche sull'isola di Ibiza ma è molto più grande) e il Tito's. Altre due città secondarie sono Manacor e Inca, famosa quest'ultima soprattutto perchè è sede delle più importanti industrie dell'isola in particolar modo per la produzione di pelle e pellami, da cui si ricavano oggetti di marche prestigiose come Pierre Cardin.


Cattedrale di Palma Alcuni utili consigli: Il mare e le spiagge di quest'isola sono molto belle, ma ci sono alcune in modo particolare che fanno veramente la differenza rispetto alle altre spiagge abbastanza comuni. La spiaggia migliore che ho sentito citare da molti è quella di "Es Trenc" nella zona sud-est dell'isola. Io ci sono stato e devo dire che ne vale veramente la pena andarci: c'è una bellissima sabbia bianca finissima e un'acqua molto limpida, credo di poter confermare che è la migliore tra quelle in cui sono stato. Altre belle spiagge si trovano nei dintorni di Portocristo come ad esempio "Sa Coma".
Oltre alle belle spiagge, di bello da vedere nell'isola ci sono le varie grotte: quelle più famose sono le grotte del Drago (Coves del Drac) a Portocristo e le grotte degli ami (Coves des Hams) nelle immediate vicinanze.
Altro due luoghi che consiglio di visitare sono la zona nord dell'isola per osservare le scogliere a picco sul mare del capo di Formentor e poi una cala molto famosa anche se difficoltosa da raggiungere chiamata "Cala de Sa Calobra". Una strada parte dalla città di Inca e raggiunge gli oltre 1000 metri d'altezza per poi ridiscendere dopo molti tornanti fino a livello del mare in un canyon naturale con una stretta insenatura che ha formato una caletta molto suggestiva.
Vi consiglio vivamente di gustarvi la vita notturna di Palma e se riuscite cercate di andare ad uno spettacolo di flamenco, il ballo più tradizionale dell'isola molto bello da vedere.
Come paesaggi naturali preferisco l'isola di Minorca, ma è comunque un'isola che merita sicuramente una visita almeno una volta nella vita!

Approfondimenti sull'isola di Maiorca in questo sito: clicca qui

 

Altre foto qui sotto:

Baia di Pollenca Baia di Es Trenc
Strada impervia per Sa Calobra Scorcio di mare

Sei qui: Home > Viaggi > Maiorca, Baleari (Spagna)