Praga (Cecoslovacchia)

Chiesa di S.Nicola Grazie ad un meraviglioso regalo di Erica ai primi di gennaio 2004 ho potuto realizzare un mio piccolo sogno che maturavo da tanto tempo: visitare Praga. Ne ho sempre sentito parlare molto bene e mi affascinava. Ora che ci sono stato posso confermare che è una città veramente ricca di molte cose, i turisti la adorano e infatti la chiamano la "città d'oro".
In questo periodo dell'anno poi è ancor più suggestiva perchè si trova la neve che ricopre le centinaia di palazzi e monumenti con colori molto scuri che contrastano magicamente con il bianco della neve.
La città è suddivisa in zone numerate e i monumenti, palazzi e musei sono veramente tanti da visitare. Anche se sarà difficile cercherò di elencare brevemente le cose che non potete assolutamente perdere se verrete a visitarla:

La piazza della Città Vecchia: uno dei luoghi più significativi di Praga dove si possono ammirare le due torri gotiche della Chiesa della Vergine Maria alte ben 80 metri visibili anche da molto lontano, lo sfarzoso palazzo Kinsky e altri vari splendidi palazzi rinascimentali, il municipio e il famosissimo orologio astronomico ammirato da folle di turisti; allo scoccare di ogni ora le statuine degli apostoli sfilano al di sopra dell'orologio precedute da uno scheletro con in mano una campana e la clessidra. La piazza è tutt'ora lo scenario di eventi festosi della città e sede di mercati.

Ponte Carlo: il più celebre dei ponti che solcano il Moldava collega la città Vecchia a Malá Strana. Fu costruito nel 1357 per volere di Carlo IV incoronato imperatore del Sacro Romano Impero. Largo 10 metri e lungo oltre 500, rappresenta uno tra i più antichi ponti dell'Europa Centrale, di origine gotica come le due torri che delimitano le rive. Più recenti invece sono le 30 statue che raffigurano santi e patroni nazionali poste in corrispondenza dei piloni e che formano un corridio spirituale sul modello del ponte Sant'Angelo di Roma.

L'inquietante cimitero ebraico Il quartiere ebraico: quartiere storico più importante della città e anche l'unico rimasto intatto in tutta l'Europa dopo la Seconda Guerra Mondiale. Il percorso si snoda tra le varie sinagoghe anche se il luogo sicuramente più visitato e anche quello più inquietante è il cimitero ebraico unico posto dove gli ebrei potevano seppellire i loro corpi. Si contano oltre 12.000 lapidi di varie epoche dove si ritiene che siano seppelliti almeno 100.000 corpi. All'ingresso del cimitero sorge la sinagoga Pinkas monumento degli ebrei della Boemia e Moravia uccisi dai nazisti: sulle pareti sono elencati circa 80.000 vittime dell'Olocausto.

Castello di Praga: monumento simbolo della capitale ceca e della sua storia millenaria. Originariamente sede dei principi boemi dal 1918 è la residenza del Presidente della Repubblica. Gigantesca struttura che copre un'area di ben 45 ettari è articolato intorno a tre cortili circondati da palazzi, torri, chiese e fortificazioni. Oltre alle varie sale reali (come il Vecchio Palazzo Reale dove il pubblico può ammirare gli appartamenti di corte) voglio ricordare in modo particolare la Cattedrale di S.Vito e il celebre Vicolo d'Oro il cui nome deriva dagli artigiani orafi che vi si stabilirono nel Medioevo alloggiando in casette (veramente molto piccole ma estremamente curiose) dalle facciate dipinte con colori vivaci. Qui si trova anche la casa del famoso Kafka.

Cattedrale di S.Vito: come già citato prima sorge all'interno del Castello di Praga ed è la maggiore chiesa della città. Tutta da ammirare a partire dalla sua splendida faccita in stile neogotico, ai tesori d'arte contenuti al suo interno e le vetrate opera dei maggiori artisti boemi. Nella navata centrale si trova il cinquecentesco mausoleo reale con la tomba di Ferdinando I d'Asburgo; vi è poi la Cappella di Venceslao con pareti tempestate da 1.300 pietre decorate. Il campanile principale svetta per oltre 100 metri e poggia su una base gotica di 58 metri. Stupefacente anche il retro della cattedrale con particolari archittettonici affascinanti.

La chiesa di San Nicola: vero capolavoro del barocco praghese. Per la sua costruzione i migliori architetti impiegarono ben 60 anni. L'interno della chiesa è un vero spettacolo: un trionfo di stucchi, dorature, ornamenti e statue di marmo per concludere con il maestoso affresco della cupola che raffigura la vita di S.Nicola. All'interno di questa chiesa si tengono concerti di musica classica dove viene utilizzato il preziosissimo organo che venne suonato perfino dal grande Mozart durante il soggiorno a Praga.

Malá Strana: è la città piccola fondata nel XIII secolo ai piedi del Castello e rappresenta oggi il quartiere più affascinante e romantico di praga. Sontuosi palazzi rinascimentali sono oggi sedi di ambasciate e istituzioni internazionali.

Per gli amanti dell'architettura è anche molto interessante vedere la particolarissima e famosa "Casa danzante" chiamata un tempo Ginger e Fred che nonostante la sua straordinaria modernità non stona affatto con i condomini di fine '800 che lo circondano.
Ci sarebbero ancora moltissime cose da citare perchè Praga è veramente una città dalle atmosfere magiche. Ricordo ancora altre tappe importanti del viaggio come Piazza Venceslao e l'imponente Museo Nazionale, la Sinagoga vecchio-nuova, il Rudolfinum che ospita la Filarmonica Ceca, Il Teatro Nazionale, il Giardino Reale e il suo Palazzo d'Estate, il Giardino Wallenstein romatico parco oasi di quiete di Mala Malá Strana.


Scorcio di Praga Alcuni utili consigli: per venire a Praga non è più necessario il passaporto, infatti anche la Repubblica Ceca è entrata nella Comunità Europea.
Praga non è una città cara, specialmente il mangiare e bere sono a buona portata. La birra poi costa veramente poco. Il cibo a dispetto di quanto immaginavo è molto buono perchè pare che abbiano migliorato parecchio rispetto al passato. Negli ultimi 3 anni poi, hanno aperto 1.200 nuovi pub e ristoranti rendendo molto vasta la scelta del panorama alimentare non solo locale ma internazionale.
In tre giorni si toccano tranquillamente tutte le zone principali della città anche se la nostra guida ci ha consigliato di stare una settimana e venire in auto per poter vedere anche i paesi di periferia che sono ancora più convenienti della capitale e molto caratteristici. La città è comodissima da girare grazie ad un efficente servizio di tram e metropolitana che tra le altre cose sono molto convenienti.
Alcuni monumenti importanti della città sono a pagamento come il quartiere ebraico, la chiesa di S.Nicola e la visita al Castello. Consiglio però di andarli a visitare perchè ne vale veramente la pena... nel 2004 con 550 corone in totale (la corona ceca era la moneta usata in quegli anni), ovvero circa 20 euro, si possono visitare tutte e tre questi importanti luoghi di Praga; con altre 200 corone si può entrare a vedere la vecchia sinagoga ebraica la più antica sinagoga d'Europa ancora in funzione poichè è il luogo di culto della comunità ebraica praghese.
Un'ultima cosa non meno importante: d'Inverno qui il freddo è veramente allucinante quindi portatevi veramente di tutto per coprirvi senza dimenticare i guanti, la sciarpa e un berretto che disponga delle scalda-orecchie!

Visita la pagina di Praga su Wikipedia: clicca qui

 

Altre foto qui sotto:

Il suggestivo Ponte Carlo Facciata della Cattedrale di S.Vito

Sei qui: Home > Viaggi > Praga (Cecoslovacchia)